5 cose da sapere sul fotovoltaico

5 cose da sapere sul fotovoltaico

L’energia prodotta da impianti fotovoltaici rientra nella categoria delle cosiddette energie rinnovabili, che in Italia e nel mondo stanno trovando sempre più ampia estensione, nell’ottica di una globale adozione di stili di vita meno impattanti sull’ambiente e, quindi, più ecosostenibili.

Per quanto riguarda la diffusione nel nostro paese degli impianti a pannelli fotovoltaici, in particolare, essi contribuiscono per circa il 20% alla produzione di energia elettrica, una quota notevole se si pensa che l’obiettivo per il 2020, stabilito in sede europea, era quello di arrivare almeno al 17% (per ulteriori informazioni: https://www.kennew.it/news/italia-secondo-posto-in-europa-per-energia-prodotta-da-fonti-rinnovabili/).

Se stai valutando di installare nella tua abitazione un impianto di questa tipologia, ecco alcune cose importanti da sapere sul fotovoltaico, sulle sue caratteristiche di ecosostenibilità e sui suoi vantaggi.

  1. Fotovoltaico ed ecosostenibilità

    Nel tempo, sono stati realizzati diversi tipi di pannelli fotovoltaici; quelli di nuova generazione sono sicuramente più efficienti e funzionali, oltre ad essere più ecosostenibili in quanto garantiscono una minore dispersione di energia.

    Kennew, in particolare, tratta impianti SunPower, marchio leader nel fotovoltaico da oltre 35 anni. La tecnologia con cui sono realizzati i moduli SunPower offre una efficienza produttiva e una durata dei pannelli stessi molto maggiore. Inoltre, nella fabbricazione delle componenti è stato notevolmente ridotto il ricorso a parti metalliche, il che porta direttamente a una maggiore ecosostenibilità.

    Per saperne di più sulla tecnologia adottata da Sunpower, leggi qua: https://www.kennew.it/solar/pannelli-fotovoltaici-sunpower/).

  2. Detrazione fiscale al 50%

    Per incentivare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile e la produzione di energia pulita, il Governo ha previsto interessanti detrazioni fiscali per l’installazione di impianti fotovoltaici, che arrivano al 50% in caso di interventi di ristrutturazione edilizia.

    In altre parole, chi intende procedere a una ristrutturazione edilizia secondo l’Art. 16-bis del T.U.I.R. (DPR 917/1986), ha diritto a una detrazione IRPEF del 50% sul costo dell’acquisto e dell’installazione dell’impianto fotovoltaico, che verrà recuperata in un periodo di 10 anni sottoforma di sgravi fiscali. Contattaci per saperne di più sull’iter per ottenere l’incentivo e sulla documentazione necessaria.

  3. Una manutenzione a costi minimi

    Gli impianti fotovoltaici, per poter mantenere elevati livelli di produzione di energia, richiedono una periodica manutenzione. La loro durata, infatti, è garantita fino a 20-25 anni, ma a questo scopo è necessario procedere a un’adeguata pulizia, che consenta di avere una costante captazione dei raggi solari.

    Kennew si occupa, oltre che dell’installazione, anche della regolare manutenzione degli impianti fotovoltaici, per fare in modo che la loro resa sia sempre ottimale: https://www.kennew.it/solar/manutenzione-impianti-fotovoltaici/. Contattaci per maggiori informazioni.

  4. Meno costi in bolletta

    L’utilizzo di impianti fotovoltaici consente di produrre energia pulita e, al contempo, di ottenere sul lungo periodo notevoli risparmi in bolletta. L’entità del risparmio è strettamente legata a dove l’impianto è ubicato (soprattutto all’esposizione al sole e alla latitudine).

    Altro fattore da considerare per calcolare il risparmio in bolletta è l’entità dell’autoconsumo di energia. La parte di energia prodotta e non consumata viene, infatti, immessa nella rete e rimunerata dal GSE (Gestore Servizi Energetici) sottoforma di contributo come scambio sul posto. Quanto più l’autoconsumo è elevato, tanto maggiore sarà il ritorno economico dell’investimento per l’installazione dei pannelli fotovoltaici.

    In altre parole, dato che ogni chilowattora di elettricità autoprodotta è un kW tolto dalla bolletta Enel, allora ciascun kW prodotto è un kW risparmiato. Se, pertanto, il fabbisogno giornaliero equivale a tot kW e si riesce ad autoprodurre tutti questi tot kW con l’impianto fotovoltaico, allora si potrà risparmiare il 100% ed azzerare la bolletta.

    Ovviamente, per poter fare ciò occorre un impianto molto efficiente, ed è necessario sottolineare che il risparmio in bolletta si ottiene una volta ammortizzati l’acquisto e la messa in posa dell’impianto stesso; perciò occorre tener presente l’entità di questi costi per poter calcolare quale sarà il risparmio effettivo.

  5. Aumenta il valore dell’immobile

    Un altro beneficio dell’installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia green è l’aumento del valore commerciale degli immobili nei quali vengono collocati. Vendere una casa con impianto fotovoltaico, infatti, è sicuramente più remunerativo, in quanto il valore dell’immobile aumenta di pari passo con la sua capacità di produrre energia elettrica e, quindi, di permettere di avere un risparmio in bolletta.

    Per fare una stima di tale valore occorre tener presenti le caratteristiche e l’efficienza dell’impianto fotovoltaico. Se, ad esempio, un impianto da 3 kW è capace di produrre 70 mila kW di energia nell’arco di 20-25 anni, ciò significa che ogni anno il suo valore economico potenziale è di circa 9-10 mila€. Questo indubbiamente incide positivamente sul prezzo finale a cui vendere la casa.

Hai intenzione di dotare il tuo immobile di un impianto per produrre energia pulita e vuoi saperne di più? Contattaci senza impegno per ricevere tutte le informazioni sui benefici degli impianti fotovoltaici e ti daremo tutte le indicazioni su costi, modalità, incentivi, risparmio energetico e manutenzione. Richiedi ora il tuo preventivo gratuito.