Smaltimento Pannelli Fotovoltaici

Smaltimento pannelli fotovoltaici

Smaltimento pannelli fotovoltaiciI pannelli fotovoltaici, una volta giunti a fine vita (dopo circa 25 anni), vanno opportunamente smaltiti, ma a quale normativa si deve far riferimento e quali sono le parti interessate?
In base al decreto legislativo 49/2014, che disciplina la gestione e lo smaltimento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), si segnala che ai sensi del punto 4.14 dell’Allegato IV i moduli fotovoltaici a fine vita sono da considerarsi RAEE. Di conseguenza per lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici è necessario seguire il suddetto Decreto.

Costo di smaltimento dei pannelli fotovoltaici

Il calcolo del costo di smaltimento dei pannelli fotovoltaici si basa sul fatto che i moduli fotovoltaici a fine vita vengono raggruppati in due categorie in base alla dimensione dell’impianto fotovoltaico:

  • Pannelli fotovoltaici domestici (potenza nominale inferiore a 10 kW);
  • Pannelli fotovoltaici professionali (potenza nominale superiore o uguale a 10 kW).

Per quanto concerne lo smaltimento dei moduli fotovoltaici che beneficiano dei meccanismi incentivanti, come indicato dall’art. 40. Comma 3, del D.Lgs 49/2014, il Gestore dei Servizi Energetici trattiene dal corrispettivo riconosciuto in Conto Energia, a partire dall’undicesimo anno di incentivo, una quota finalizzata a garantire la copertura del costo di smaltimento dei pannelli fotovoltaici allo scopo di garantire il finanziamento delle operazioni di raccolta, trasporto, trattamento adeguato, recupero e smaltimento fotovoltaico “ambientalmente compatibile”.

I destinatari del provvedimento sono i titolari di impianti fotovoltaici che beneficiano dei seguenti meccanismi incentivanti:

  • I Conto Energia (DM 28 luglio 2005 e DM 6 febbraio 2006);
  • II Conto Energia (DM 19 febbraio 2007);
  • III Conto Energia (Dm 6 agosto 2010);
  • IV Conto Energia: gli impianti entrati in esercizio fino al 30 giugno 2012 e tutti gli impianti rientranti nel Titolo IV – impianti a concentrazione (DM 5 maggio 2011);
  • V Conto Energia: gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e impianti a concentrazione(DM 5 luglio 2012).

La quota trattenuta dal GSE è pari a:

  • 12 euro/pannello per i pannelli fotovoltaici domestici, trattenuta una tantum;
  • 10 euro/pannello per i pannelli fotovoltaici professionali, trattenuta a quote decrescenti anno per anno sino al termine dell’incentivo.

A seguito dello smaltimento dei moduli fotovoltaici oggetto di incentivazione da parte del Soggetto Responsabile, lo stesso, entro sei mesi, dovrà presentare al GSE idonea documentazione che attesti l’avvenuto smaltimento fotovoltaico ai sensi della normativa vigente.
Il GSE, dopo aver effettuato gli opportuni controlli della documentazione presentata dal Soggetto Responsabile, restituisce la quota trattenuta, comprensiva degli interessi maturati.
Si precisa che l’obbligo di corretto smaltimento dei pannelli fotovoltaici previsto dal Decreto permane anche alla scadenza del periodo di incentivazione.

Il Soggetto responsabile mantiene la completa responsabilità (civile e penale) dell’intera catena di trattamento, dunque è bene che si affidi a imprese specializzate che provvedano direttamente al servizio di smaltimento fotovoltaico.

Smaltimento fotovoltaico: le procedure

Pannelli Fotovoltaici Domestici

Il Soggetto Responsabile dello smaltimento di pannelli fotovoltaici domestici (<10kW installati) deve

  • Conferire tale RAEE ad un Centro di Raccolta (conferimento gratuito);
  • Scaricare dal portale informativo del GSE la “Dichiarazione di avvenuta consegna del RAEE derivante dal pannello fotovoltaico incentivato in Conto Energia”;
  • Trasmettere al GSE, entro sei mesi dalla consegna del RAEE al Centro di raccolta la dichiarazione di avvenuta consegna del RAEE derivante dal pannello fotovoltaico incentivato in Conto Energia appositamente compilata e firmata dal centro di raccolta.

Verificato il corretto iter di smaltimento dei moduli fotovoltaici, il GSE provvede a restituire la quota trattenuta negli anni, comprensiva degli interessi maturati.

Pannelli Fotovoltaici Professionali

Smaltimento fotovoltaicoIl soggetto responsabile dello smaltimento di pannelli fotovoltaici professionali (> o = a 10kW installati) deve:

  • Conferire tale RAEE trasferendolo autonomamente (previo iscrizione all’albo gestori ambientali categoria 3bis) ad impianti di smaltimento fotovoltaico autorizzati oppure avvalersi di trasportatori autorizzati (iscritti all’albo gestori ambientali categoria 3bis) o un consorzio (Cobat);
  • Scaricare dal portale informativo del GSE la “Dichiarazione di avvenuta consegna del RAEE derivante dal pannello fotovoltaico incentivato in Conto Energia”e farla firmare al referente dell’impianto di trattamento che prende in carico il RAEE fotovoltaico o nel caso il Soggetto Responsabile si avvalga di un sistema individuale,collettivo o un trasportatore, dall’eventuale soggetto che prende in carico il Raee fotovoltaico;
  • Trasmettere al GSE, entro sei mesi dalla consegna del RAEE all’impianto di trattamento, la dichiarazione di avvenuta consegna del RAEE derivante dal pannello fotovoltaico incentivato in Conto Energia appositamente compilata e firmata, copia del formulario di identificazione dei rifiuti in prima e quarta copia e il certificato di avvenuto trattamento/recupero rilasciato dall’impianto di trattamento.

Visualizza il nostro catalogo per scoprire di più!

Clicca qui, contattaci per qualsiasi informazione

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi